Nuova Audi SQ2: carattere e prestazioni - image  on http://auto.motori.net
You are here

Nuova Audi SQ2: carattere e prestazioni

Nuova Audi SQ2: carattere e prestazioni - image Audi-SQ2_006-scaled on http://auto.motori.net

Nelle concessionarie italiane nel primo trimestre 2021.

Nel 2018 Audi ha lanciato la prima generazione di Audi SQ2. Ora il SUV compatto sportivo evidenzia ulteriormente il proprio carattere grintoso e innovativo. Esternamente attraverso una silhouette più distintiva, sottolineata dai nuovi gruppi ottici. Internamente grazie ai servizi Audi connect ampliati e ai sistemi di assistenza alla guida derivati dai modelli Audi di categoria superiore. Al 2.0 TFSI da 300 CV si accompagnano l’assetto sportivo S, la trazione integrale quattro e il cambio S tronic a 7 rapporti.

Sin dal debutto, avvenuto due anni fa, Audi SQ2 è stata apprezzata per il carattere sportivo e il aspetto distintivo: valori ribaditi e anzi amplificati dalla nuova generazione del SUV compatto, in grado di scattare da 0 a 100 km/h in 4.9 secondi e raggiungere una velocità massima di 250 km/h (autolimitata) a fronte di consumi (ciclo combinato WLTP) di 6,0 – 6,5 litri ogni 100 chilometri ed emissioni di 188 – 183 g/km di CO2.

Il cuore di ogni modello Audi S è il motore. Nello specifico, il 2.0 TFSI di nuova Audi SQ2 eroga 300 CV e ha una coppia di 400 Nm da 2.000 a 5.300 giri/minuto. Realizzato a Győr da Audi Ungheria, il 4 cilindri di 2,0 litri si avvale di plus tecnici quali la fasatura variabile lato aspirazione e scarico oltre che l’alzata variabile (su due livelli) delle valvole lato scarico. Entrambe le tecnologie favoriscono il riempimento e lo svuotamento delle camere di combustione così come il fluire dei gas di scarico al turbocompressore, specie ai bassi regimi. Ne conseguono una grande reattività, un incremento della coppia e la riduzione ai minimi termini del turbo lag. La sovralimentazione raggiunge la pressione massima di 1,3 bar.

Il motore TFSI raggiunge un regime massimo di 6.500 giri/minuto e, optando per il programma Dynamic mediante il sistema di controllo della dinamica di marcia Audi Drive Select, porta in dote un’eccezionale reattività alle pressioni dell’acceleratore. La sonorità allo scarico è roca e possente, da vera auto sportiva. Il 2.0 TFSI pesa solo 150 kg, a tutto vantaggio della leggerezza della vettura e della ripartizione delle masse tra gli assali.

L’efficienza è un obiettivo tutt’altro che secondario. Due pompe elettriche garantiscono la corretta portata del circuito di raffreddamento, mentre il collettore di scarico integrato nella testata aumenta l’efficienza termica del propulsore. Alla pompa dell’olio a portata variabile si accompagna una netta riduzione degli attriti interni.

A basso e medio carico, l’iniezione diretta viene integrata dall’iniezione supplementare di carburante nel collettore di aspirazione, così da ridurre la formazione di polveri sottili. Un obiettivo cui concorre il filtro antiparticolato.

In abbinamento al mototr 2.0 TFSI lavora la trasmissione a doppia frizione S tronic a 7 rapporti. Le marce basse sono relativamente corte, così da garantire la massima reattività della vettura, mentre quelle alte sono lunghe, a vantaggio del contenimento dei giri motore e dei consumi. Attivando la modalità di guida “efficiency” diviene possibile veleggiare nelle fasi di rilascio. Le frizioni del cambio S Tronic sono del tipo in bagno d’olio. Una piccola pompa meccanica garantisce il costante afflusso di lubrificante. Qualora si chiedano le massime prestazioni, entra in azione una seconda pompa elettrica. Una soluzione che favorisce l’affidabilità e l’efficienza di nuova Audi SQ2.

Analogamente a ogni modello della famiglia Audi S, nuova Audi SQ2 si avvale della trazione integrale permanente Quattro. Cuore del sistema è la frizione a lamelle elettroidraulica, collocata a monte dell’assale posteriore, che ripartisce in modo variabile la coppia tra gli assali. Qualora si verifichi una perdita d’aderenza all’avantreno, la frizione a lamelle, che appartiene a una nuova generazione e rispetto al modello precedente è più leggera di circa un chilogrammo, trasferisce in pochi millisecondi sino al 100% della coppia al retrotreno. A ulteriore supporto della motricità, la gestione selettiva della coppia sulle singole ruote, un’intelligente funzione software che affianca le 4WD, frena in misura minima la ruota interna alla traiettoria prima ancora che questa perda aderenza, consentendo di trasferire la spinta alla ruota con il grip migliore.

 

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.