Riaperto il Museo della Motorizzazione - image  on http://auto.motori.net
Sei qui:

Riaperto il Museo della Motorizzazione

Riaperto il Museo della Motorizzazione - image DSCF5835 on http://auto.motori.net

La riapertura è frutto della collaborazione tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e l’Automotoclub Storico Italiano.

Ha riaperto i battenti presso il Centro Superiore Ricerche e Prove Autoveicoli e Dispositivi di Roma, il Museo Storico della Motorizzazione Civile dove so no esposti alcuni veicoli caratteristici dell’evoluzione della motorizzazione italiana  tra i quali anche la Fiat 130 sulla quale viaggiava Aldo Moro al momento del rapimento, nella strage di via Fani.  La riapertura è frutto della collaborazione tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e l’Automotoclub Storico Italiano.

Tra i principali pezzi esposti: la Fiat 500 A “Topolino” del 1937, la Fiat 508 “Balilla” del 1934, un camioncino OM Lupetto del 1962 sezionato a scopo didattico, l’autocarro Fiat 18 BL del 1914 che durante la Grande Guerra fu guidato in versione ambulanza anche da Ernest Hemingway, il prototipo della granturismo Alfa Romeo Montreal, definita all’epoca della presentazione (1967) “la massima aspirazione dell’uomo in fatto di autovetture”.

«È un evento che non è un punto di arrivo, bensì l’inizio di una esperienza»  ha commentato infatti Giovanni Lanati, dirigente generale della Motorizzazione Civile. «Abbiamo agito nel rispetto della storia effettuando interventi conservativi, curando la pulizia e la lucidatura» ha dichiarato Alberto Scuro, presidente dell’ASI. «Stiamo valutando di riaprire dopo l’estate avendo come target le scolaresche»

Leggi anche :

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

motori.net

GRATIS
VIEW