Renault al Gran Premio di F1 in Australia - image  on http://auto.motori.net
Sei qui:

Renault al Gran Premio di F1 in Australia

Renault al Gran Premio di F1 in Australia - image 019658-000182616 on http://auto.motori.net

Renault Sport Formula One Team ha iniziato la sua avventura in Formula 1 ottenendo un risultato convincente sul circuito di Albert Park. Ad un passo dalla zona punti, Jolyon Palmer ha preceduto Kevin Magnussen al passaggio della bandiera a scacchi.

Per il suo debutto in Gran Premio, Jolyon ha realizzato una prestazione che ne dimostra la grande maturità, riuscendo a gestire la pressione a fine corsa per piazzarsi all’undicesimo posto. Kevin è stato sfortunato, con una foratura al primo giro, ma è tornato in corsa con un ritmo molto sostenuto nell’ultimo stint per classificarsi dodicesimo.

Kevin è partito in 14° posizione con gomme supersoft, rapidamente sostituite con un treno di gomme soft dopo la foratura al primo giro. È poi passato alle gomme medie al 16° giro, proprio prima della bandiera rossa.

Jolyon era 13° sulla griglia. È passato dai pneumatici supersoft ai soft al 12° giro, prima di optare per le gomme medie al momento dell’interruzione della bandiera rossa al 18° giro.

Kevin Magnussen – R.S.16-02 n°20 – Griglia: 14° – Arrivo: 12°
«Abbiamo un’ottima monoposto. Il ritmo è buono e anche le regolazioni di base. Potremo basarci su tutto questo per continuare a lavorare e migliorare ancora in termini di performance. È stato piuttosto difficile oggi. Ero distrutto quando mi sono reso conto della foratura. Non penso di aver urtato qualcosa, è semplicemente sfortuna. Non si vorrebbe mai vedere la corsa interrotta dalla bandiera rossa dopo un incidente, ed è stato un sollievo sapere che Fernando se l’è cavata dopo il crash. C’è stata poi la seconda partenza, che ci ha avvantaggiato. Il nostro ritmo era promettente e sono ancora più impaziente di arrivare alle prossime gare».

Jolyon Palmer – R.S.16-01 #30 – Griglia: 13° – Arrivo: 11°
«Il team ha fatto un lavoro incredibile in questo fine settimana, per permetterci di qualificarci in Q2 e terminare la corsa all’11° e 12° posto. È il miglior risultato che potevamo sperare. Un ottimo debutto, eravamo a un passo dalla zona punti. Penso che si potrà migliorare partendo da questa solida base. La corsa in sé è stata piuttosto movimentata, ma comunque appassionante. È stato un enorme piacere ripartire all’attacco dopo una stagione senza competizione. È fantastico trovarsi di nuovo al centro del gruppo, e tutto è andato bene per me».

Fred Vasseur, Direttore della competizione
«È una giornata molto incoraggiante per il team. Abbiamo dimostrato di avere un buon ritmo in gara, ed è una base su cui potremo costruire. Dobbiamo lavorare in primo luogo sul nostro livello di performance nelle qualifiche, per trovarci un pò più avanti sulla griglia e ottenere buoni risultati. Sarebbe stato preferibile segnare punti fin da oggi. Kevin e Jolyon hanno fatto entrambi un ottimo lavoro. Peccato che la corsa di Kevin sia iniziata con una foratura, ma il resto del pomeriggio è andato bene, soprattutto per un debutto».

Bob Bell, Direttore tecnico
«Questa prima gara ci assicura credibilità; tutti i membri del team si sono uniti per portare a termine il loro compito rispettando un livello di esigenza elevato. Il fine settimana si è svolto senza intoppi. Ce la siamo cavata egregiamente con il nuovo sistema di qualifiche e abbiamo gestito bene la corsa, con l’unico neo costituito dalla foratura di Kevin. I due piloti hanno fatto un buon lavoro e la monoposto si è rivelata anche un po’ più competitiva di quanto pensassimo. Certo, non abbiamo segnato punti oggi, ma non ne eravamo lontani. Sarà il nostro prossimo obiettivo»

Guarda tutte le foto

Leggi anche:

Lascia un Commento