Peugeot anticipa la sua Hypercar per il Mondiale Endurance - image  on http://auto.motori.net
You are here

Peugeot anticipa la sua Hypercar per il Mondiale Endurance

Peugeot anticipa la sua Hypercar per il Mondiale Endurance - image PEUGEOT_SPORT_POWERTRAIN_REVEAL_05 on http://auto.motori.net

Partner 25 anni, Peugeot e Total svelano le caratteristiche tecniche del gruppo motopropulsore della Hypercar LMH per il WEC.

Peugeot Sport e Total hanno utilizzato la loro esperienza e le loro competenze nell’ibridazione e nella competizione ai massimi livelli per sviluppare un propulsore ibrido che risponda al nuovo regolamento tecnico del WEC (World Endurance Championship). Le principali caratteristiche della nuova Peugeot Hybrid4 500 kW sono una tecnologia ibrida che combina un V6 biturbo di 2,6 litri da 680 CV (500 kW collocato nella parte posteriore ed un motore elettrico da 200 kW collocato anteriormente, una batteria ad alta densità sviluppata congiuntamente da Peugeot Sport e da Total, trazione a 4 ruote motrici e cambio sequenziale a 7rapporti, sistema di gestione intelligente per la trasmissione e il flusso di energia.

Peugeot Sport ha attinto dalle proprie esperienze nelle gare di durata (dove ha corso con i V8 e V12 di 908)) e in quelle di PSA Motorsport nel WRC (con motori a 4cilindri) per sviluppare un nuovo propulsore. «L’architettura del propulsore di Peugeot Hybrid4 500 kW è la conseguenza dell’applicazione del rigido regolamento tecnico del campionato FIA WEC» spiega François Coudrain, Powertrain Director del programma WEC di Peugeot Sport. «Inizialmente avevamo pensato di progettare un motore con un singolo turbo, ma ciò non ci avrebbe permesso di centrare l’obiettivo del baricentro del motore. Un V6 biturbo è la migliore soluzione tra tecnologia, peso, architettura, affidabilità e prestazioni».

Il cambio sequenziale automatizzato a 7 marce sarà azionato elettronicamente da paddle al volante. Allo stesso modo, anche l’impianto frenante Brake by Wire sarà gestito elettronicamente. Il pilota sarà in grado di regolare l’intensità del freno motore generato dal motore ,elettrico, nonché la forza applicata ai dischi dalle pastiglie freni per ottenere una distribuzione elettrica rigenerativa idraulica ottimale. La gestione dell’energia, sia in fase di accelerazione che di recupero (limitata dalla normativa a 200 kW potenza),sarà quindi un punto chiave per le prestazioni e l’efficienza della vettura.

I liquidi di raffreddamento e i lubrificanti di motore e cambio saranno un elemento chiave per il successo di quest’auto e saranno appositamente realizzati da Total. Saranno progettati appositamente per un uso intensivo e garantiranno una lunga durata in un ampio intervallo di temperature. Total ha anche sviluppato grassi specifici che sono il frutto dell’esperienza maturata nelle competizioni. Gli ingegneri di Total saranno presenti ad ogni ogni gara come parte integrante del team per prelevare ed analizzare campioni di fluidi all scopo di conoscere l’evoluzione della vita dei componenti della vettura.

Sull’assale anteriore è posizionato un motore elettrico da 200 kW che aziona solo le ruote anteriori. Il team fatto affidamento sul proprio know-how e sulla propria esperienza in termini di realizzazione e gestione di motori elettrici. Per realizzarlo, si è avvalsa dell’’esperienza di PSA Motorsport nella progettazione e nella gestione di sistemi elettrificati nel mondo delle competizioni,

«Il motore elettrico sarà accoppiato ad una trasmissione ad unico rapporto molto leggera e ad alta efficienza e ad un inverter di ultima generazione che trasferirà la potenza dalla batteria a motore. Potrà utilizzare istantaneamente tutta l’energia messa a disposizione dalla batteria, alle strategie del sistema di gestione energia del motore» spiega François Coudrain. «L’esperienza acquisita da PSA Motorsport nelle gare del WRC e di Formula E ci aiuterà nello sviluppo software per la gestione elettronica ed energetica(recupero di energia in frenata, potenza in accelerazione, tempo di risposta, ottimizzazione del consumo».

La batteria è stata sviluppata congiuntamente da Peugeot Sport e da Saft, una filiale di Total. Come elemento chiave delle alte prestazioni dovrà essere perfettamente integrata, fisicamente all’interno dell’auto e all’interno dei processi di gestione dell’energia del propulsore. Sulla base delle specifiche indicate da Peugeot Sport, gli ingegneri di Saft anno selezionato il miglior tipo di cella e sviluppato accumulatori adatti alla resistenza che privilegiano la potenza rispetto alla densità di energia. Kamen Nechev, direttore tecnico di Saft, spiega che «il parametro principale sarà ottimizzare l’uso dell’energia immagazzinata nella batteria. Per farlo ci vuole un tempo di carica estremamente, combinato con celle di stoccaggio ad alta capacità, per formare un pacchetto che fornisca la potenza massima il più rapidamente possibile. La soluzione più competitiva consiste nella gestione dell’ottimizzazione della ricarica e nella quantità energia disponibile in tempo reale». La nuova batteria sarà collocata in un contenitore di carbonio all’interno della struttura monoscocca dell’auto sotto al serbatoio del carburante in modo da combinare sostenibilità e prestazioni costanti durante corse di durata fino a 24ore e anche oltre. Total è responsabile dell’omologazione della batteria.

La collaborazione tra Peugeot Sport e Total nell’ambito del programma FIA WEC rientra nelle strategie e operative e nella ripartizione dei compiti definiti nel piano Automotive Cells Company, una joint-venture che l’ambizione di diventare il primo produttore di batterie in Europa.

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.