Pazza Italia! - image  on http://auto.motori.net
You are here

Pazza Italia!

Pazza Italia! - image 005858-000046791 on http://auto.motori.net

Vi è mai capitato di viaggiare in automobile in paesi stranieri, anche solo poco oltre il confine italiano? Quali sensazioni avete provato? Probabilmente, attraversando nazioni che possono essere un po’ soporifere come Svizzera ed Austria, avrete apprezzato la pulizia delle strade, l’asfalto lucente che sembra gettato ogni mattina, i cartelli precisi e chiari che quasi sembrano parlare la vostra stessa lingua e, non ultimo, la correttezza e rispetto delle regole degli altri autisti al volante. Insomma, un sogno.

Ma vi immaginate di dover percorrere quelle strade ogni giorno? Che noia, rispetto alla pazzia delle strade italiane, dove le buche sulla superstrada la mattina hanno l’effetto di un caffè senza zucchero, ma con due cucchiaini di sale, o i cartelli che ti indicano non solo caduta massi ma anche… mucche!

Ebbene sì, perché se in Svizzera le mucche se ne stanno tranquille a pascolare tra i verdi campi, in qualche parte d’Italia sembra abbiano preso le strade come corsie di piscine comunali. E chissà allora cosa succederebbe se in Italia ci fossero ippopotami…

Ma non sono solo le mucche a dare segni di pazzia in Italia, almeno a giudicare dalla segnaletica stradale. I rospi si lanciano in strada appena c’è un po’ di umidità e i cinghiali si trasformano in cerbiatti per sfuggire a qualche cacciatore della zona. Forse qualcuno dovrebbe consigliare loro qualche animale meno appetibile per l’appetito umano… e magari meno dannoso per le auto in movimento!

Altrimenti, per ovviare ad incidenti, prendiamo anche noi la scopa e ci lanciamo per i cieli stellati. Ma se il botto si fa per aria, buona fortuna! Per fortuna, un cartello indica il pericolo di intensità di scope volanti, quindi siamo avvertiti.

E per quanto riguarda le città? Avete notato quanto è facile raggiungere in auto Berlino, Barcellona o Parigi? Beh, provate a raggiungere Roma! Facile, no? Dopotutto tutte le strade portano nella Capitale, peccato che tutte le strade portano anche: in tutte le direzioni! E se ti viene il dubbio che la strada percorsa sia sbagliata, non perdere tanto tempo al bivio, perché come indica il cartello “Ovada” a sinistra, “Ovenga” a destra, l’importante è che ti sposti. E allora via di clacson, sorpassi, autovelox, doppie corsie, triple corsie, quadruple corsie che non esistono ma in qualche modo escogitiamo. Ma mi raccomando, attenti alle mucche acrobatiche che si tuffano e i finti cinghiali atletici che si spacciano per cerbiatti!

Siete ancora convinti di amare queste perfette strade oltralpe tutte precisione e rigore, quando nel nostro Belpaese non solo il buon cibo, il bel tempo ed il colorito folclore, ma anche animali bizzarri, streghe invadenti e segnali stradali folli rendono l’Italia il Paese delle Meraviglie?

Guarda tutte le foto

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.