Le 50 candedile di Peugeot 504 - image  on http://auto.motori.net
Sei qui:

Le 50 candedile di Peugeot 504

Le 50 candedile di Peugeot 504 - image Peugeot-504 on http://auto.motori.net

Festeggiati al Salone di Padova i 40 anni della vettura francese

Per un fine settimana Padova si è trasformata in una sorta di capitale europea del motore, grazie alla tradizionale rassegna “Auto e Moto d’Epoca”, che tra l’altro ha ospitato la festa di compleanno della Peugeot 504, un’auto davvero importante nella storia della Casa del Leone. La 504 berlina è stata infatti la prima Peugeot ad essere eletta Auto dell’Anno.

Le 50 candedile di Peugeot 504 - image Peugeot-504-Safari-1975-660x365 on http://auto.motori.net

Presentata in anteprima assoluta il 12 Settembre 1968, all’apertura del Salone di Parigi, la Peugeot 504, si proponeva come una grande berlina con ambizioni europee che coniugava la robustezza tipica dei modelli della Casa del Leone con uno stile dovuto ad Aldo Brovarone in forza alla Pininfarina. La proposta del centro stile italiano si fondeva con quella del centro stile interno della Casa, capitanato da Paul Bouvot, cui si devono i fari anteriori trapezoidali, elemento che avrebbe poi caratterizzato il frontale delle Peugeot per alcuni anni. Quando Sergio Pininfarina li vide esclamò: «Sono gli occhi di Sophia Loren!». Dall’unione dei due progetti nacque quindi la 504, auto che ha solcato per anni le strade di quattro continenti. Fu infatti realizzata, oltre che per l’Europa, anche per il Nord America e naturalmente Sud America e Africa. Una vera “world car” dell’epoca. Piacevano in particolare le proporzioni classiche, eleganti e la caratteristica coda tagliata per ridurne l’impatto, consentendo, nel contempo, una grande capacità di carico nel baule. Le superfici vetrate erano l’elemento che maggiormente la differenziava dalla precedente 404. Il frontale era frutto dell’intervento di Gérard Welter, che ritroveremo poi come uno dei costruttori della VM (l’altro è Meunier)per anni protagonista alla 24 Ore di Le Mans, dove detiene il record di velocità a oltre 400 km/h sul rettilineo di Hunaudieres non ancora rallentato dalle chicane.

Nel 1969 la gamma si allargava con le versioni coupé e cabriolet, disegnate e parzialmente prodotte in Italia da Pininfarina perché erano spedite al di là delle Alpi, per ricevere la meccanica.

La gamma 504 ha rappresentato un grande successo commerciale con quasi 3.700.000 esemplari venduti, costruiti dal 1968 a Giugno 1983. In realtà, la produzione non si fermò al 1983 perché prosegui fuori dall’Europa fino al 2000. Dopo la mitica 205, la 504 rappresenta il secondo più grande successo commerciale nella storia di Peugeot. E vanta anche una ricca storia sportiva. In particolare, ha dominato le gare africane della seconda metà degli Anni ‘70: nel 1975 Ove Andersson, in coppia con Arne Hertz, si aggiudicò il Safari Rally dopo aver percorso in 5 giorni ben 5.800 chilometri in 80 prove speciali, una gara massacrante, dove delle 75 vetture partite, solo 10 tagliarono il traguardo.

Nemmeno tre mesi dopo, al 18esimo Rallye du Maroc, furono Hannu Mikkola e Jean Todt a sbaragliare la concorrenza. Basti dire che delle 14 vetture che portarono a termine la corsa, le Peugeot 504 furono addirittura 6. Poi è arrivato il turno della Coupè con motore V6, la cui vittoria più importante è il Safari 1978 conquistato da Jean Pierre Nicolas e Jean Claude Lefebvre.

Leggi anche :

Lascia un Commento

INFORMATIVA SULLA NEWSLETTER DI MOTORI.NET

Stai visualizzando questo messaggio perchè il tuo indirizzo risulta presente nel nostro sistema.
Ho letto e acconsento l’informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 2 dell’informativa sulla privacy

Conferma



Se desideri rimuoverti dalla newsletter, puoi utilizzare questo link: clicca qui.