La prima elettrica della Stella - image  on http://auto.motori.net
Sei qui:

La prima elettrica della Stella

La prima elettrica della Stella - image 19C0333_012 on http://auto.motori.net

Un SUV ad alte prestazioni con oltre 400 chilometri di autonomia

Guidare un’automobile del segmento Premium che non emette emissioni inquinanti e che accelera – poderosamente – nel più assoluto silenzio. Questo potrebbe essere il nuovo status symbol in fatto di mobilità a quattro ruote. In Mercedes ne sono più che convinti e presentano la EQC – un nome che è quasi uno scioglilingua – ovvero la prima automobile 100% elettrica della Casa della Stella. Un’auto che, come vuole il DNA, della Casa della Stella non è  un’utilitaria a basso costo, bensì un grande SUV. Un’auto da 80.000 Euro che quando passa si fa vedere!

Mercedes EQC non è la versione “elettrificata” di un SUV già esistente, ma un modello progettato ex-novo per la propulsione elettrica. Sotto il pianale, tra i due assali, è alloggiato, ad esempio, il pacco delle batterie mentre i due motori elettrici posizionati sugli assali anteriore e posteriore sono tarati  rispettivamente in funzione dell’efficienza di funzionamento e delle prestazioni: La potenza complessiva erogata è davvero notevole: parliamo infatti di 300 kW che corrispondono ad oltre 400 CV.

Nessun compromesso dunque in fatto di prestazioni, ma neppure di utilizzo visto che l’autonomia dichiarata supera i 450 chilometri. Un valore non troppo lontano da quello di un analogo veicolo a motore termico, che permette, se non proprio lunghe percorrenze giornaliere, quantomeno weekend senza troppe preoccupazioni per l’autonomia.

Una volta al volante non ci sono particolari differenze d’uso rispetto a quello di un analogo SUV con cambio automatico. Salvo, come detto, la silenziosità di funzionamento e l’immediata disponibilità della potenza che permette di accelerare da 0 a 100 km/h in 5.1 secondi. Due caratteristiche tipiche dei propulsori elettrici.

La batteria agli ioni di litio alimenta la vettura con una carica di energia utilizzabile di 80 kWh (NEDC). Anche nelle auto elettriche, consumi e autonomia dipendono molto dall’andatura adottata. EQC dispone di 5 programmi di marcia dalle caratteristiche diverse: Comfort, Eco, Max  Range, Sport e un programma personalizzabile. Il pedale dell’acceleratore, nelle modalità di guida più efficienti, può inviare segnali tattili al guidatore, in modo tale da aiutarlo il più possibile a mantenere un’andatura parsimoniosa. Inoltre, il guidatore, ha la possibilità di modificare il grado di recupero di energia attraverso le levette poste dietro il volante.

Il sistema di assistenza ECO aiuta il guidatore a mantenere una guida previdente: indicandogli quando deve togliere il piede dal pedale dell’acceleratore, perché magari si sta avvicinando a un limite di velocità, oppure offrendo funzioni innovative come la funzione sailing (fase di rilascio) e la gestione del recupero di energia. A questo scopo vengono utilizzati i dati cartografici, il riconoscimento dei segnali stradali e le informazioni dei sistemi di assistenza di sicurezza intelligenti (radar e telecamera stereoscopica).

Mercedes cEQC è dotata, di serie, di un caricabatteria raffreddato ad acqua con una potenza di 7,4 kW ed è quindi compatibile con la corrente alternata di casa e delle stazioni di ricarica pubbliche.

Rispetto a una presa di corrente di rete, la ricarica con una Mercedes-Benz Wallbox è fino a tre volte più veloce. Ed è ancora più veloce con la ricarica a corrente continua (di serie per EQC), ad esempio via CCS (Combined Charging Systems) in Europa e negli Stati Uniti, come pure via CHAdeMO in Giappone o GB/T in Cina. A seconda del SoC (Status of Charge, livello di carica), EQC può essere ricaricato a una delle stazioni di ricarica con una potenza massima di 110 kW. Occorrono quindi circa 40 minuti per passare da un livello di carica del 10 all’80 percento.

Leggi anche :

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

motori.net

GRATIS
VIEW