La prima Avant plug-in della storia dei Quattro Anelli - image  on http://auto.motori.net
You are here

La prima Avant plug-in della storia dei Quattro Anelli

La prima Avant plug-in della storia dei Quattro Anelli - image Audi-A6-Avant-TFSI-e on http://auto.motori.net

Audi A6 Avant TFSI e quattro S tronic nelle concessionarie all’inizio del terzo trimestre 2020.

Con l’entrata a listino di Audi A6 Avant 2.0 (55) TFSI e quattro S tronic, la Casa dei quattro anelli amplia la gamma dei modelli ibridi plug-in e introduce sul mercato la prima Avant con tecnologia PHEV della propria storia. In grado di coniugare performance sportive ed elevata efficienza – scatta da 0 a 100 km/h in 5.7 secondi a fronte di consumi da scooter con il pieno d’energia – Audi A6 Avant 2.0 (55) TFSI e quattro S tronic può contare sulla trazione integrale quattro ultra, su di una potenza complessiva di 367 CV e su di una generosa autonomia elettrica: sino a 51 chilometri con un pieno d’energia.

Il gruppo propulsore della station wagon plug-in  è composto da un 4 cilindri 2.0 TFSI turbo a iniezione diretta della benzina da 252 CV con un una coppia di 370 Nm e da un propulsore elettrico sincrono a magneti permanenti integrato, insieme a una frizione di separazione, nel cambio S tronic a 7 rapporti. L’unità a zero emissioni è in grado di erogare 143 CV. Audi A6 Avant 2.0 (55) TFSI e quattro S tronic può così contare su di una potenza complessiva di 367 CV e su  una coppia di 500 Nm disponibile a soli 1.250 giri/minuto. Valori che garantiscono, in abbinamento alla trazione quattro con tecnologia Ultra, prestazioni sportive a fronte di un fabbisogno di carburante straordinariamente ridotto. La prima Avant con tecnologia PHEV fa infatti registrare, con il pieno di energia, percorrenze nel ciclo combinato WLTP sino a 55 km/litro con emissioni di CO2 di 40/50 g/km.

L’accumulatore agli ioni di litio ha una capacità di 14,1 kWh ed è posizionato sotto il vano bagagli così da garantire un piano di carico perfettamente piatto, privo di scalini rispetto alla soglia d’accesso, oltre a una capienza di 405 litri con cinque persone a bordo, espandibile a 1.535 litri abbattendo gli schienali posteriori. Grazie alla batteria ad alta tensione, Audi A6 Avant 2.0 (55) TFSI e quattro S tronic percorre la maggior parte dei tragitti quotidiani senza ricorrere al propulsore termico, forte di un’autonomia elettrica sino a 51 chilometri WLTP. Come impostazione di base, la vettura si avvia in modalità EV e viaggia a zero emissioni sino a quando il conducente preme con decisione il pedale dell’acceleratore. Il guidatore può decidere liberamente se e come intervenire nell’interazione tra il 2.0 TFSI e il motore elettrico. A tal proposito, sono disponibili i programmi di marcia EV, Auto e Hold che danno rispettivamente priorità alla trazione elettrica, alla modalità ibrida automatica, che si avvale della gestione predittiva della trazione, o al risparmio d’energia a vantaggio di una successiva fase di viaggio. Il sistema di recupero dell’energia deriva, analogamente ai modelli che compongono la gamma plug-in dei quattro anelli, da Audi e-tron, prima vettura totalmente elettrica Audi. Progettato per garantire un’elevata efficienza, in fase di rilascio e in frenata permette di recuperare potenza elettrica. Il motore a zero emissioni si occupa delle decelerazioni lievi: le più frequenti nella marcia quotidiana. Le frenate di media intensità sono invece di competenza dei freni idraulici tradizionali.

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.