Invernali o quattro stagioni? La guida Pirelli per la scelta. - image  on http://auto.motori.net
You are here

Invernali o quattro stagioni? La guida Pirelli per la scelta.

Invernali o quattro stagioni? La guida Pirelli per la scelta. - image auto-neve on http://auto.motori.net

Con l’entrata in vigore delle ordinanze alle porte, è importante saper scegliere il pneumatico giusto per affrontare in sicurezza la stagione fredda in base alle proprie esigenze.

Scegliere un treno di pneumatici all season da tenere tutto l’anno o montare quattro invernali? È la domanda che molti automobilisti si stanno ponendo in questo periodo in cui entrano in vigore le normative di circolazione invernale in diversi Paesi. Un quesito che può avere diverse risposte. Diventa pertanto fondamentale conoscere i criteri per una scelta consapevole.

Diversi i fattori in gioco: il periodo e la modalità d’utilizzo dell’auto durante l’inverno, il luogo di residenza e le prestazioni che si cercano. Fattori che tracciano un ritratto dell’automobilista e che facilitano la scelta del pneumatico più adatto. Specialmente se si considera che i pneumatici quattro stagioni sono efficaci in molte situazioni, fatte salve quelle più impegnative dove un pneumatico stagionale specifico resta fondamentale per le prestazioni. Alla base di tutto, un unico. ma fondamentale fattore in comune: qualunque sia la scelta, sul fianco del pneumatico deve esserci la marcatura M+S o 3PMSF (esistono alcune differenze normative nei vari Paesi europei) che identifica la gomma che fa evitare le multe e garantisce sicurezza anche d’inverno.

Gli invernali sono preferibili se durante l’Inverno si percorrono molti chilometri, per lavoro o per piacere, e se si cercano le migliori prestazioni possibili in ogni condizione tipica della stagione fredda. Infatti, con l’avanzare dell’Autunno e quindi delle temperature invernali, sotto la soglia dei 7°C, i pneumatici estivi non riescono più ad esprimere al meglio le loro caratteristiche e per guidatori esigenti sono preferibili i pneumatici winter. Grazie alla loro mescola più morbida, che risulta performante anche quando la temperatura va sotto zero, i pneumatici invernali garantiscono su ogni tipologia di superficie anche a bassa aderenza un’elevata tenuta di strada, un’ottima trazione e una frenata sicura, a tutto vantaggio della sicurezza. Le caratteristiche chimiche delle mescole di un pneumatico invernale consentono spazi di frenata più brevi sia su strada bagnata (fino al 15%), sia ovviamente su strada innevata, dove la percentuale di miglioramento aumenta di molto (fino al 50%) rispetto a un pneumatico estivo. Anche il particolare disegno battistrada di un invernale concorre all’ottenimento delle prestazioni, in particolare le lamelle, il cui scopo principale è quello di raccogliere e trattenere la neve al loro interno, migliorando l’aderenza sfruttando l’effetto “frizione neve su neve”, che consente massima mobilità senza l’ausilio delle catene da neve. Oltre alle lamelle, gli incavi (vuoti) di generose dimensioni consentono un rapido ed efficace smaltimento di acqua in caso di pioggia allontanando il pericolo di aquaplaning, a tutto vantaggio della sicurezza di marcia sul bagnato. Le gomme invernali sono inoltre contraddistinte dai simboli M+S o anche M&S e M-S (dove M significa Mud=Fango e S significa Snow=Neve) sempre più spesso accompagnate dalla marcatura 3PMSF (simbolo di un fiocco di neve inserito in una montagna stilizzata a tre cime ovvero Three-Peak-Mountain with Snowflake).

Se invece si usa l’auto prevalentemente in città e si vive in regioni non alpine con temperature che solitamente sono tra i -5°C e i +25°C, facendo meno di 25.000 chilometri all’anno e non si cercano prestazioni sportive, i pneumatici all season sono diventati la scelta preferita da molti automobilisti. Una ricerca condotta per Pirelli ha evidenziato che circa l’85% degli automobilisti italiani li sta prendendo in considerazione per il prossimo cambio gomme, soprattutto chi vive in regioni non alpine. L’interesse è testimoniato anche dal livello di conoscenza, confermato dagli automobilisti: circa il 97% degli italiani dichiara di conoscerli. Le caratteristiche di un pneumatico quattro stagioni presentano il disegno e la chimica del battistrada come frutto di un mirato equilibrio in grado di funzionare sia alle alte che alle basse temperature, su asfalto bagnato e asciutto, conferendo buone caratteristiche in termini di prestazioni globali e versatilità di comportamento. Questa tipologia di pneumatici, pur non offrendo le prestazioni specifiche dei pneumatici estivi in estate o invernali in inverno, rappresentano comunque un eccellente compromesso in tutte le situazioni descritte.

 

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.