Fabio Barone, missione compiuta - image  on http://auto.motori.net
Sei qui:

Fabio Barone, missione compiuta

Fabio Barone, missione compiuta - image foto_fabio_barone_record_marocco on http://auto.motori.net

Il pilota romano e presidente del Ferrari Club Passione Rossa stabilisce lo Speed World Record in Marocco e scrive per la terza volta il suo nome nel prestigioso World Guinness Record.

Una freccia rossa tra terra e cielo. Fabio Barone, pilota romano e presidente del Ferrari Club Passione Rossa, ha stabilito il record di velocità dell’impegnativo tracciato della Valle del Dades, in Marocco, percorrendo il percorso al volante di una Ferrari 458 Italia in 4 minuti 42 secondi e 65/100. Per Barone si tratta del terzo alloro, dopo le precedenti esperienze vincenti sulla Transfagarasan, la tortuosa strada nei Carpazi in Romania ed i 99 tornanti della Tianmen Mountain Road in Cina, considerata la strada più pericolosa del mondo. Nessuno come lui: Fabio Barone scrive così il suo nome per la terza volta nel World Guinness Record, in 3 continenti diversi.

Teatro della cavalcata vincente, uno dei luoghi più spettacolari e scenografici del Marocco, sui monti dell’Atlante: un percorso di oltre 8 chilometri, tutto curve e senza parapetto, senza un attimo di respiro al pilota, con un insidioso tratto in discesa che mette a dura prova sospensioni e gomme e con l’aggiunta di un meteo spesso capriccioso, che alterna nella stessa giornata condizioni di caldo estremo e piogge improvvise, con venti carichi di sabbia che arrivano dal deserto. Un contesto aspro e selvaggio, che ha reso ancor più epica la lotta contro il cronometro. Fabio Barone ha corso senza ausilio di navigatore a bordo per non mettere a repentaglio l’incolumità altrui e il tempo ottenuto costituisce il nuovo record ufficiale sul tracciato marocchino.

Appena uscito dalla vettura e visibilmente soddisfatto per il risultato raggiunto, ma anche affaticato per il notevole impegno della guida al limite, Fabio ha dichiarato: «È senza dubbio la strada più pericolosa al mondo. Sono orgoglioso di aver conquistato questo record e di aver rappresentato l’Italia in Marocco. Ringrazio le autorità locali, sua eccellenza l’ambasciatore del Marocco in Italia e tutto il mio team che hanno reso possibile questa impresa».

Nella sua cavalcata vincente, Fabio si è avvalso dell’aiuto di importanti partner tecnici: Michelin per le gomme, OZ per i cerchi, Mafra e I Wrap Roma per la carrozzeria, mentre un sostegno importante è arrivato dalle autorità marocchine che hanno agevolato lo svolgimento della prova, oltre al supporto logistico assicurato da Air Maroc  e GNV.

Leggi anche :

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

INFORMATIVA SULLA NEWSLETTER DI MOTORI.NET

Stai visualizzando questo messaggio perchè il tuo indirizzo risulta presente nel nostro sistema.
Ho letto e acconsento l’informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 2 dell’informativa sulla privacy

Conferma



Se desideri rimuoverti dalla newsletter, puoi utilizzare questo link: clicca qui.