Sei qui:

“En plein” Sabelt alla 24 Ore di Le Mans

Cinture e equipaggiamenti Sabelt sulle vetture che hanno vinto tutte le categorie

Quella del 2019 è stata per Sabelt una 24 Ore di Le Mans davvero memorabile. L’azienda torinese, infatti, ha potuto festeggiare insieme ai protagonisti di tutte le categorie che hanno appena corso sul circuito francese di La Sarthe.

Resistenza, sicurezza e leggerezza sono caratteristiche fondamentali di tutti i prodotti Sabelt. Partendo dal Mondiale Endurance (WEC), Sabelt ha fornito le cinture con regolatori in alluminio a tutti i costruttori di telai della categoria regina LMP1. Tra questi anche Toyota, le cui vetture hanno terminato al primo e secondo posto assoluto. Tutte le Ferrari presenti alla 24 Ore di Le Mans 2019 hanno montato cinture di sicurezza Sabelt e i piloti e i meccanici hanno indossato abbigliamento ignifugo dell’azienda torinese.

In particolare, la Ferrari 488 GTE Evo n°51 del team AF Corse, che ha portato a casa la vittoria nella classe LM GTE Pro. Il team AF Corse ha lavorato negli ultimi mesi insieme a Sabelt per realizzare un nuovo regolatore in alluminio con fibbia endurance e per alleggerire tutti gli hardware: tribar 2 e 3 pollici, lingue allungate per favorire l’inserimento della fibbia e facilitare il cambio pilota, nastro a 11 bande alleggerito per migliorare il comfort. Questa cintura entrerà a catalogo nel 2020 con il nome GT-E.

Sabelt è stata protagonista in tutte le classi. Ha fornito le cinture di sicurezza anche a tutti i costruttori della categoria LMP2, incluse quelle del team Signatech Alpine Matmut. La scuderia francese ha conquistato la vittoria di classe e ha adottato anche l’intero abbigliamento ignifugo per i piloti e per i meccanici.

Sabelt ha giocato un ruolo di primissimo piano anche nella categoria LM GTE Am insieme al team Keating Motorsport. L’azienda torinese ha fornito a uomini e auto, inclusa la Ford GT che ha vinto la classe, abbigliamento ignifugo e la nuova cintura LPM progettata per gare endurance introdotta a catalogo nel 2019.

Sabelt ha supportato infine il progetto FIA Woman in Motorsport collaborando con l’equipaggio femminile Kessel Racing – Iron Dames.

Leggi anche :

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

motori.net

GRATIS
VIEW