Come Personalizzare la Targa dell'Auto - image  on http://auto.motori.net
Sei qui:

Come Personalizzare la Targa dell’Auto

Targa

Da qualche tempo è possibile personalizzare la targa dell’auto anche in Italia. Ecco come farlo seguendo le normative e i relativi costi.

Ci eravamo abituati a vederle solo nei film americani, ma da qualche tempo personalizzare la targa non è più appannaggio dei soli statunitensi. Con la modifica del comma 100 del Codice della Strada (avvenuta nel 2015) è divenuto possibile personalizzare la targa della propria auto ma non senza delle ferree regole.

Occorre infatti che la dicitura scelta per la propria targa personalizzata rispetti i parametri previsti dalla normativa: sia alfanumerica, conforme alla sequenzialità prevista, non abbia come iniziali la lettera X, Y o Z e non utilizzi all’interno della combinazione le lettere Q, U, I e O che per ragioni di visibilità ed identificazione sono escluse anche dalle targhe “tradizionali”.

Se si rispettano questi parametri, si può inoltrare una domanda per il rilascio della targa personalizzata alla sede territoriale di competenza del Dipartimento dei Trasporti Terrestri. Bisognerà recarsi personalmente presso la sede dell’ufficio e compilare l’apposito formulario, dove indicare ovviamente, oltre ai propri dati e a quelli della vettura, la combinazione che si desidera utilizzare. L’apertura della pratica ha un costo che dipende dal ufficio di zona ma che si aggira generalmente intorno ai 150 euro: il dipartimento si preoccuperà di verificare se la combinazione richiesta è compatibile con le direttive della norma e se è disponibile, non essendo stata assegnata in precedenza ad altra vettura.

Targa

Se l’esito della ricerca è positivo, il codice alfanumerico prescelto viene assegnato al veicolo, procedendo quindi alla sua immatricolazione e al rilascio della carta di circolazione. Inoltre, la targa viene “commissionata” al Poligrafico dello Stato. La consegna della targa deve avvenire, secondo normativa, entro trenta giorni dall’accettazione della richiesta: nell’attesa la vettura potrà circolare utilizzando una targa provvisoria.

Nonostante ciò non verranno rilasciate targhe che inneggino all’odio, alla violenza, che offendano minoranze, etnie e confessioni religiose. Inoltre, stando alle regole già elencate, personalizzare la targa della nostra auto può avvenire solo entro certi limiti, il che rende difficoltoso scrivere alcunché di buffo o che ci sta a cuore sulla targa del nostro veicolo. In generale, tuttavia, questo metodo può essere utile per creare una targa che sia più facile da ricordare o che, almeno abbia un significato importante per noi.

Inoltre, se disponete di un Telepass, dovrete ricordarvi di avvertire la vostra banca e/o la Società Autostrade del vostro piccolo cambiamento, altrimenti riceverete delle belle multe da pagare per il vostro simpatico scherzetto. Negli ultimi mesi, fra l’altro, c’è stato un fiorire di siti che permettevano di personalizzare online (e di ordinare) la targa del proprio veicolo. Ricordatevi però che non è possibile richiedere la targa online perché per l’iter di richiesta bisognerà rivolgersi al Dipartimento per i trasporti terrestri nonché alla motorizzazione civile (la Motorizzazione Civile è parte integrante del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e fa capo alla Direzione dei Trasporti Terrestri). La richiesta va eseguita compilando un apposito modulo e allegando fotocopia del libretto di circolazione e del documento di riconoscimento dell’intestatario del veicolo.

Leggi anche :

Lascia un Commento

INFORMATIVA SULLA NEWSLETTER DI MOTORI.NET

Stai visualizzando questo messaggio perchè il tuo indirizzo risulta presente nel nostro sistema.
Ho letto e acconsento l’informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 2 dell’informativa sulla privacy

Conferma



Se desideri rimuoverti dalla newsletter, puoi utilizzare questo link: clicca qui.