Anteprima: la nuova generazione di Nissan Qashqai - image  on http://auto.motori.net
You are here

Anteprima: la nuova generazione di Nissan Qashqai

Anteprima: la nuova generazione di Nissan Qashqai - image new-nissan-qashqai-camo on http://auto.motori.net

La terza generazione del crossover Nissan si prepara al debutto nella Primavera 2021. Con più di 3 milioni di unità vendute in Europa, è ancora considerato dai clienti il riferimento del segmento. Alla base delle nuove tecnologie di Qashqai c’è la nuova piattaforma CMF-C dell’Alleanza.

Arrivano da Nissan le prime notizie della terza generazione di Qashqai, pioniere e punto di riferimento in Europa del segmento dei crossover compatti dal 2007. I prototipi del nuovo modello stanno completando i collaudi e i clienti potranno vedere la vettura in concessionaria nel 2021. Alla base del nuovo Qashqai c’è la piattaforma CMF-C dell’Alleanza, inedito connubio di alta ingegneria, innovazione e tecnologie d’avanguardia. «Il nuovo Qashqai cambierà l’idea di ciò che i clienti possono aspettarsi da un’auto per famiglie» dice Gianluca de Ficchy, presidente Nissan Africa, Middle East, India, Europa, Oceania (AMIEO. «Comfort, raffinatezza e tecnologie innovative saranno tipiche di una berlina di lusso e offriranno un’esperienza a bordo gratificante per guidatore e passeggeri. Con la tecnologia e-POWER di Nissan, i clienti potranno godersi il fascino della propulsione elettrica, con grande disponibilità di autonomia».

Fedele ai principi che hanno guidato la progettazione e lo sviluppo delle due precedenti generazioni, il nuovo Qashqai è caratterizzato da design elegante, ricca dotazione tecnologica e motori efficienti, il tutto unito all’alta qualità costruttiva e a un’esperienza di guida mutuata da segmenti superiori, per fissare nuovi standard nel segmento dei crossover. Anche per la terza generazione la progettazione è stata curata da Nissan Design Europe, a Londra, e la sua ingegnerizzazione da Nissan Technical Centre Europe di Cranfield, Bedfordshire, nel Regno Unito.

Il nuovo Qashqai è il primo modello in Europa a usare la piattaforma CMF-C che rappresenta l’avanguardia in termini di strutture e architetture tecnologiche nel settore Automotive. È stato fondamentale mantenere le proporzioni dell’attuale Qashqai, che ne hanno decretato il successo, permettendo al veicolo di destreggiarsi nei contesti urbani e garantire al tempo stesso un’eccellente abitabilità interna.

Per la realizzazione della scocca è stato utilizzato un materiale più leggero e adottate sofisticate tecniche di stampaggio e saldatura, che aumentano la robustezza e riducono il peso. Per la prima volta, il portellone posteriore è realizzato con un materiale composito che lo alleggerisce di 2,6 kg. La quota di acciaio ad altissima resistenza UHSS (Ultra High Strength Steel) è aumentata del 50% nella struttura del nuovo Qashqai, per offrire massima resistenza alla trazione senza gravare sul peso. Gli acciai ad alta resistenza sono difficili da saldare e unire alle altre parti della struttura, per ovviare a ciò la scocca di Qashqai si avvale di un assemblaggio strutturale ultrarinforzato dove i montanti A, B e C s’innestano nel tetto e nel pianale. Porte anteriori e posteriori, parafanghi anteriori e cofano sono ora interamente realizzati in alluminio, cosa che permette di risparmiare 21 kg di peso. La struttura base della piattaforma CMF-C è stata aggiornata per ottenere una forma più omogenea allo scopo di garantire, in caso di impatto, un migliore assorbimento dell’energia nelle zone collassabili e preservare più efficacemente agli occupanti della vettura.

Tutte queste scelte progettuali e realizzative si traducono in una scocca più leggera di 60 kg e più rigida del 41% rispetto a quella attuale che vuol dire estremo comfort e maneggevolezza, sicurezza ed efficienza globale dell’auto, caratteristiche tipiche delle vetture dei segmenti superiori.

La nuova piattaforma CMF-C, grazie all’elevata rigidità torsionale, consente un preciso posizionamento delle sospensioni e una maggiore reattività in fase di sterzata, offrendo al guidatore il pieno controllo della vettura anche nei percorsi più impegnativi. Le sospensioni sono McPherson sulle quattro ruote, ora con una nuova messa a punto per migliorare lo smorzamento delle irregolarità stradali, garantendo una marcia più silenziosa e composta su ogni superficie. Per i modelli con ruote da 20” e tutte le versioni a trazione integrale, le sospensioni sono multi-link. Decisivo per la qualità di marcia è stato il riallineamento verticale degli ammortizzatori che consente ai componenti di operare a un’estensione di corsa ottimale, massimizzando l’efficacia in risposta alle asperità della strada e riducendo al minimo il ritorno spontaneo. Il risultato è una marcia equilibrata e composta, con eccellenti performance antirollio in curva. Le sospensioni posteriori Multi-link realizzano il connubio perfetto tra comfort di marcia e risposta dinamica. Sono ancorate al telaio ausiliario con una configurazione che riduce la rumorosità e le vibrazioni trasmesse dalla strada.

Il servosterzo è stato ulteriormente perfezionato e offre una migliore reattività, più sensibilità nell’intervallo di centratura e un minore attrito.

Il nuovo Qashqai offre ai propri clienti una gamma completamente elettrificata, in linea con la più ampia strategia di Nissan. Due le opzioni disponibili: un benzina di 1,3 litri con tecnologia mild hybrid e l’innovativo ed esclusivo sistema e-Power, caratterizzato da accelerazione istantanea e brillante tipica degli EV, ma senza limiti di autonomia. La ricerca dell’efficienza è anche alla base della scelta di questo propulsore che sarà disponibile in due livelli di potenza, entrambi reattivi, dai consumi ridotti e dalle basse emissioni inquinanti. Il motore è stato ampiamente rivisto per includere il sistema mild hybrid da 12 V che integra una batteria addizionale al litio installata sotto il pianale e un generatore a cinghia per il recupero dell’energia in frenata e durante il rallentamento. Questa energia alimenta il sistemi ausiliari del motore, prolungando la durata della funzione Stop/Start, che a sua volta riduce le emissioni totali di CO2. Il sistema permette inoltre di avere un’erogazione di coppia supplementare in accelerazione.

La caratteristica peculiare del sistema e-Power è che le ruote della vettura sono mosse esclusivamente dal motore elettrico e quello a benzina serve solo per azionare il generatore e produrre energia elettrica. Il motore a benzina lavora sempre a un numero di giri ottimale per garantire massima efficienza e minimo rumore, ovvero bassi consumi e massimo comfort. Le dimensioni del motore elettrico sono quelle tipiche di un EV, capace di offrire accelerazione istantanea e brillante, ma a differenza di un EV puro riceve energia sia dalla batteria che dal generatore mosso dal motore termico. Inoltre, a differenza di un EV, l’e-Power non ha bisogno di ricarica esterna in quanto il generatore è a bordo.

La terza generazione di Qashqai è equipaggiata con il nuovo sistema ProPilot che assiste il guidatore in un numero sempre più ampio di situazioni. Denominato ProPilot con Navi-link, il sistema è stato progettato per ridurre l’affaticamento e lo stress di chi è al volante anche grazie a un’interfaccia molto intuitiva. ProPilot con Navi-link può regolare accelerazione e frenata nella singola corsia quando si viaggia in autostrada. In situazioni di traffico, può rallentare la vettura fino a fermarla e può farla ripartire automaticamente (se l’arresto dura meno di 3 secondi) quando le vetture di fronte riprendono a muoversi. Le informazioni dallo sterzo e dalla telecamera aggiornano costantemente la posizione del veicolo, aiutando la vettura a rimanere al centro della corsia, mantenendo la velocità preimpostata, ma sempre con la capacità di garantire la distanza di sicurezza dal veicolo che precede.

Il nuovo ProPilot di Qashqai è ora in grado di adattare la velocità del veicolo in base a un’aggiornata serie di circostanze esterne. Ad esempio, quando si viaggia in tratti autostradali con limiti di velocità più bassi, il sistema è in grado di leggere i segnali stradali e tenendo conto della velocità impostata dal navigatore può rallentare la vettura per rispettare il limiti in quel tratto, tutto senza che il guidatore debba regolare manualmente le impostazioni del navigatore.

Il sistema acquisisce i dati dal navigatore ed è in grado di regolare la velocità nelle curve o sulle rampe delle uscita autostradali. Ma non è tutto. ProPilot con Navi-link può comunicare con i sensori radar di Qashqai che controllano gli angoli ciechi e può intervenire sullo sterzo per aiutare a prevenire il cambio di corsia se è presente un altro veicolo nella zona di angolo cieco.

Related posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.